Lezioni apprese dall'intestino Microbioma degli Orsi bruni in letargo

Lezioni apprese dall'intestino Microbioma degli Orsi bruni in letargo

entra nel sito L'obesità e la salute metabolica compromessa sono spesso considerate strettamente collegate. Tuttavia, uno studio del gruppo di Fredrik Baeckhed all'Università di Göteborg suggerisce che questo non è necessariamente il caso - almeno negli orsi bruni! (1)

http://maientertainmentlaw.com/?search=prednisone-50mg-for-kidney-disorder Studiando il peso corporeo e il microbiota intestinale negli orsi bruni sia durante l'estate che durante il periodo invernale - quando questi animali entrano in un periodo di ibernazione di 6 mesi - hanno identificato le principali differenze nella diversità e abbondanza relativa di alcuni microbiota intestinale. Durante l'estate gli orsi mangiano troppo e aumentano drasticamente il peso corporeo, mentre durante il periodo di digiuno prolungato in inverno perdono tutto il peso in eccesso. L'aspetto più affascinante di questo studio è stato che nonostante la loro "obesità estiva" gli orsi non hanno sviluppato i cambiamenti metabolici negativi tra cui insulino-resistenza e diabete noti come sindrome metabolica, una disregolazione metabolica che ha mostrato un drammatico aumento nel Nord America e in altri paesi sviluppati .

andate qui Alla ricerca di un possibile ruolo del microbioma intestinale in questi cambiamenti metabolici stagionali, gli investigatori hanno esaminato i microbi e i metaboliti dell'intestino degli orsi. Sorprendentemente, durante il letargo si è verificata una riduzione della diversità e livelli ridotti di alcuni taxa, in particolare Firmicutes e Actinobacteria e livelli aumentati di Bacteroidetes. Il trasferimento delle feci di orsi ottenuti in stagioni diverse in topi liberi da germi (topi senza il loro microbioma intestinale) imitava alcuni dei risultati metabolici degli orsi, implicando chiaramente un ruolo del microbioma nelle variazioni metaboliche stagionali.

cialis generico belo horizonte I tre taxa microbici che mostravano variazioni stagionali degli orsi costituiscono la maggior parte del microbiota intestinale umano e i cambiamenti nella loro abbondanza relativa nell'intestino sono stati precedentemente dimostrati da Ruth Ley e colleghi in soggetti obesi. (2Nel loro studio, hanno scoperto che l'abbondanza relativa di Bacteroidetes aumenta mentre quella di Firmicutes diminuisce quando gli individui obesi perdono peso con una dieta ipocalorica a basso contenuto di grassi o carboidrati. L'aumento di Bacteroidetes era significativamente correlato alla perdita di peso ma non al totale apporto calorico. In uno studio di Peter Turnbaugh e colleghi, gli investigatori hanno mostrato che quando il "microbiota obeso" veniva trapiantato nell'intestino dei topi senza il loro microbiota (i cosiddetti topi senza germi) mostravano un aumento significativamente maggiore del grasso corporeo totale rispetto ai topi colonizzati con il "microbiota magro". I loro risultati suggeriscono che un "microbioma obeso" ha una maggiore capacità di raccogliere energia dalla dieta e che questo tipo di obesità è "trasmissibile" dal microbiota intestinale. (3)

lasix prima delle trasfusioni Tornando allo studio dell'orso bruno gruppo di Baeckhed, le intestinale cambia microbiche osservati quando gli orsi erano in uno stato di digiuno prolungato e perdita di peso (aumento abbondanza di Bacteroidetes, e ridotti Firmicutes) erano simili alla “magra microbiota umano”, e lo specchio immagine dei cambiamenti microbici osservati in soggetti obesi che implicano ulteriormente il microbiota intestinale nello stato metabolico dell'organismo.

http://cinziamazzamakeup.com/?x=comprare-vardenafil-20-mg-online Come nella maggior parte degli studi sugli animali, l'estrapolazione dall'affascinante studio dell'orso alla causa dell'epidemia dell'obesità umana e il suo trattamento deve essere fatto con cautela. Tuttavia, ci sono diverse importanti implicazioni:

  • Ovviamente sarebbe bello identificare le sostanze chimiche prodotte dai microbi che permettono agli orsi di diventare obesi estate dopo estate senza sviluppare conseguenze metaboliche dannose per l'obesità umana.
  • Allo stesso modo, sarebbe di grande interesse identificare le molecole di segnalazione microbiche che sono in grado di bloccare la spinta dell'orso a mangiare quando è il momento di andare in letargo.
  • Il digiuno intermittente è stato proposto come un modo efficace per perdere peso e migliorare la salute metabolica, e diversi studi umani supportano tale regime dietetico. (4)

clic Soprattutto, come altri recenti studi sull'uomo (5) confermano che le oscillazioni fisiologiche indotte dalla dieta nella diversità del microbiota intestinale e l'abbondanza relativa di diversi taxa hanno un'influenza significativa sullo stato metabolico degli organismi sani. La perdita di tali oscillazioni microbiche stagionali nel microbioma di individui che vivono in paesi sviluppati, che hanno mostrato un declino progressivo e apparentemente irreversibile della diversità, potrebbe svolgere un ruolo importante in molte malattie croniche, tra cui il diabete di tipo II e la sindrome metabolica.

  1. Sommer F et al. Il microbiota intestinale modula il metabolismo energetico nell'orso bruno ibernato Ursus arctos. Cell Reports 14: 1655-61, 2016
  2. Ley, RE, et al. Ecologia microbica: microbi intestinali umani associati all'obesità. Natura. 2006 Dec 21; 444 (7122): 1022-3.
  3. Peter J. Turnbaugh et al. Un microbioma intestinale associato all'obesità con maggiore capacità di raccolta di energia. Natura. 2006 Dec 21; 444 (7122): 1027-31.
  4. Patterson RE et al. Digiuno intermittente e salute metabolica umana. J Dieta Acad Nutr. 2015 ago; 115 (8): 1203-12. doi: 10.1016 / j.jand.2015.02.018. Epub 2015 Apr 6.
  5. Smits SA et al. Ciclo stagionale nel microbioma intestinale dei raccoglitori di cacciatori Hadza della Tanzania. Science 357: 802-6, 2017